AA.VV.

GIORNALE DI BRESCIA

"Dodici persone uccise e un centinaio ferite. Bomba in piazza Loggia. L'esplosione durante la manifestazione antifascista alle ore 10,20 – Scene di panico, di terrore di rivolta a fatica contenuta – Altre bombe al palazzo dei Sindacati ed in altri punti della città? - Morti e feriti".

TELETUTTO

Il telegiornale bresciano comunica l’avvenuto decesso di uno dei colpevoli della strage di Piazza della Loggia avvenuto il giorno precedente 26 dicembre. Nel servizio giornalistico una intervista a Manlio Milani (Casa della Memoria) che commenta la morte del mandante della strage del 28 maggio ‘74.

STRAGE A BRESCIA

"Strage a Brescia. Bomba contro corteo: 6 morti e 54 feriti.

TELETUTTO

Sintesi delle manifestazioni che si sono tenute in occasione del 44esimo anniversario della strage di Piazza della Loggia a Brescia del 28 maggio 1974. Nel servizio giornalistico una intervista al sindaco Emilio Del Bono e la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Mattarella in piazza nel corso della cerimonia.

DEPISTAGGI

Uno dei primi libri che si occupano espressamente dei depistaggi che hanno contribuito a rendere difficoltosa – quando non irraggiungibile – la verità riguardo alle stragi che hanno insanguinato il Paese. Nel testo un capitolo è dedicato alla strage di Piazza della Loggia, in particolare viene analizzata la figura del vicequestore A. Diamare. Il paragrafo titola: “La strana figura del vicequestore Diamare. Piazza della Loggia a Brescia subito dopo la bomba, un’azione senza senso in un momento cruciale” di Flavio Romani (pagg.150-187).

PAESE SERA

Orrendo crimine a Brescia – 6 morti – Bomba fascista esplode tra la folla durante una manifestazione – Decine di feriti (di cui 20 gravissimi) – L’ordigno a orologeria di alto potenziale scoppiato vicino al palco – Il comizio era stato indetto stamane per protestare contro gli attentati fascisti nella città lombarda – Stroncarli! - Domani sciopero generale dalle 8 alle 12 – Manifestazioni nelle fabbriche. Cortei di studenti a Roma.

AVANGUARDIA OPERAIA

Avanguardia Operaia n.21 - Fuori legge il M.S.I. ! - Brescia come Piazza Fontana.

GIORNALE DI SICILIA

Orrenda strage – Nuovo criminale attentato alla libertà e alla democrazia: una bomba esplode a Brescia durante una manifestazione antifascista. Sei morti e 79 feriti – Scene strazianti dopo l'esplosione corpi dilaniati a terra mentre la folla fuggiva in preda al terrore. In piazza c'erano più di 2.000 persone. Le drammatiche dichiarazioni di alcuni testimoni - “Faremo altre vittime” minacciano i fascisti. Delirante lettera ai giornali di Brescia – Al livello di guardia – Lo sdegno dei lavoratori del “Giornale di Sicilia” - Oggi sciopero generale di quattro ore.

AMICA

Porterai con te tutto il dolore del mondo – Perché Brescia.

CORRIERE D'INFORMAZIONE

Tumulti a Milano - A Brescia arrestato un medico. Esplosioni d'ira dopo il massacro - Incendi, bombe molotov, aggressioni, guerriglia davanti alla sede del MSI.

AVANTI!

Brescia ha chiesto giustizia per le vittime della strage. Seicentomila hanno testimoniato la fede democratica degli italiani. La cerimonia alla presenza del presidente Leone e dei massimi esponenti dei partiti e dei sindacati. La delegazione socialista guidata da De Martino e Mancini. I discorsi di Lama, del compagno Savoldi e del sindaco di Brescia Boni – Una denuncia di estrema gravità – L'esplosivo del campo paramilitare sembra lo stesso usato per l'eccidio.

IL GIORNO

L'addio ai caduti di Brescia. Un giuramento: il fascismo mai più. Cinquecentomila in piazza, presente il Capo dello Stato. Accanto a Giovanni Leone, il presidente Rumor, i rappresentanti del Parlamento, dei partiti, dei sindacati. Il rito religioso celebrato dal vescovo, che ha recato la benedizione di Paolo VI. I discorsi di Lama, Savoldi, Castrezzati e del sindaco della città, Boni. Più volte dalla folla si è levato il grido “Fuori legge il MSI”. Un imponente corteo ha accompagnato le sei bare al cimitero Vantiniano – Il massacro di Piazza della Loggia.

AVVENIRE

Omaggio alle vittime della violenza. Oltre mezzo milione di persone ai commossi funerali di Brescia. In testa alle autorità Leone e Rumor. Grande sfilata di lavoratori. La Messa celebrata da monsignor Morstabilini. I fiori della famiglia Cervi – Episodi ignoti e commoventi. Il pianto di un operaio. Un mazzo di rose ai piedi del pilastro – Oggi come ieri – Brescia e Rieti: gli stessi? I terroristi catturati giovedì al lago Rascino progettavano di uccidere col fucile telescopico anche Rumor.

TELETUTTO

L'annuncio della sentenza della Corte d'Assise d'Appello di Milano che ha condannato all'ergastolo Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte per la strage del 28 maggio 1974 in Piazza della Loggia a Brescia.

LA STRATEGIA DELLA TENSIONE

Fascicolo allegato al quotidiano “Giornale di Brescia”. L'intenzione dei curatori è quella di fornire una “guida didattica per studenti”, quale contributo ad insegnanti ed alunni per meglio approfondire le dinamiche collegate a questo particolare momento storico. Il sommario: “1969: il neofascismo si riunifica nel nome di Giorgio Almirante” di R. Chiarini; “La preparazione alla guerra civile” di G. Panvini; “La tentazione eversiva della destra bresciana” di R. Chiarini e P. Corsini; “La strage di Piazza della Loggia” di M. Franzinelli; “1974, una primavera di sangue” di G.

Pagine

Subscribe to RSS - AA.VV.